Contenido principal del artículo

Marta Brancatisano
Pontificia Università della Santa Croce
Italia
Núm. 2 (2009), Artículos
DOI: https://doi.org/10.24310/Metyper.2009.v0i2.2841
Derechos de autor Cómo citar

Resumen

La relazionalità è l’indiscutibile certezza intorno alla quale possono convergere diverse visioni antropologiche. La relazione d’amore tra uomo e donna è il nucleo dell’antropologia ed è al tempo stesso il punto di crisi della cultura attuale. In realtà, non possiamo pensare che l’amore sia una cosa dall’orizzonte limitato: una cosa che si può misurare con parametri finiti come il tempo e lo spazio. L’amore umano —per la sua somiglianza con quello divino— sarà in qualche modo anch’esso infinito e dotato di una fecondità “creatrice” nel senso che provoca una crescita nell’essere. E’ tempo di concentrare il pensiero su questa esperienza per restituirla alla vita con una consapevolezza più totale, razionale oltre che emotiva.

Citado por

Detalles del artículo